Child brides: una campagna per dire no alle spose bambine

locandina Don QuichotteIl messaggio è semplice ma arriva da tutto il mondo grazie alle illustrazioni dei migliori artisti di humour graphic del mondo. Si tratta della undicesima edizione del concorso internazionale di Humour Graphic Don Quichotte, magazine dedicato al mondo dell’humour graphic, con sede in Turchia.

Con una giuria composta di sole donne, alcune fra le più stimate e brave illustratrici provenienti da tutto il mondo, molte conosciute anche qui in Italia e vincitrici di svariati premi anche nel nostro concorso, il contest si pone l’obbiettivo di puntare il dito contro la pratica sempre più diffusa in paesi anche vicini all’Europa.

“Non importa in che Paese abitate, o che lingua parlate, non restate in silenzio davanti a questa tragedia! Supportate la nostra campagna. Lasciate che i bambini vivano serenamente la loro infanzia. Non lasciate che siano costretti a sposarsi in giovane età. No alle spose bambine!

 

No Matter Which Country You’re Living..
Which Language You’re Speaking..
Do Not Keep Silent To This Tragedy!
Support Our Campaign!…
Let Children Live Their Childhood!
Do Not Let Them Be Spouses In A Young Age!
“NO TO CHILD BRIDES!”

Nel frattempo i social media si riempiono di video di molti autori che lanciano questo appello in diverse lingue, ognuno in base al paese d’appartenenza, per spargere sempre di più la voce e tenere alta l’attenzione sull’argomento.