Perché l’Humour a Gallarate?

Perché l’Humour a Gallarate?

Nata un po’ per gioco come esercizio di stile destinato agli umoristi dilettanti il Grandi Prix Marco Biassoni ha dato tanto alla città di Gallarate. Ogni anno un appuntamento con la goliardia e l’umorismo per riflettere su un tema di attualità come la Scuola, le Stelle nell’anno internazionale dell’astronomia, l’Acqua in quello del referendum, o ancora l’Arte Moderna, il Teatro, il Diavolo, il Mercato Globale.

Dopo gli anni del dilettantismo e un crescente coinvolgimento di umoristi italiani la scelta di abbattere i confini: nel 2006 Humour a Gallarate diventa “International Cartoon Contest”, concorso umoristico aperto a illustratori e umoristi provenienti da tutti i continenti. Da allora i migliori vignettisti di fama internazionale si danno appuntamento ogni anno per una rassegna di alto livello che mette in immagini pensieri e parole.

La manifestazione è legata al nome di Marco Biassoni, grande vignettista e illustratore italiano, e da qualche anno ad un nuovo nome, conosciuto e amato da tutti gli appassionati di humour graphic. Osvaldo Cavandoli a cui è intitolato un premio speciale assegnato alla miglior opera che coniuga attinenza al tema ad un’esecuzione pulita ed essenziale, proprio nella tradizione de La Linea.

Con un palmares di vincitori premiati in tutti i migliori concorsi internazionali, Humour a Gallarate ha saputo rinnovarsi negli anni, per mantenere viva l’attenzione dei partecipanti e dei visitatori, che grazie alla mostra delle vignette selezionate entrano in contatto con una realtà sorprendente e irriverente, vere opere d’arte condensate nello spazio di un cartoon.